Pesanti perdite per le ditte cinesi attive in Libia

Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Le rivolte in Libia hanno travolto le molte attività di ditte cinesi, impegnate a realizzare opere per miliardi di euro per lo sfruttamento dei giacimenti di petrolio e la realizzazione di infrastrutture. Il ministro cinese per il Commercio ha detto sul proprio sito web che al 24 febbraio erano stati ‘attaccati e devastati’ 27 cantieri e stabilimenti … Continua a leggere

ma i messaggi ai clienti siano affidabili»

L’aver ventilato una guerra dura ai dolci ipercalorici ha fatto agitare i produttori ma anche i nutrizionisti, i consumatori storditi e confusi dalle nuove norme Ue e i Nutella-dipendenti che, di botto, si sono ritrovati quasi dei ‘fuorilegge’. Secondo la Commissione europea i limiti del profilo nutrizionale sarebbero non superiori a 10 grammi di zucchero, a quattro grammi di grassi … Continua a leggere

Babele 56 di Giorgio Fontana

Al di qua dei finestrini un chiacchiericcio in esperanto metropolitano, al di là un fondale di kebabbari e macellerie islamiche, alimentari latinos e ristoranti giapponesi gestiti – ovviamente – da cinesi. Giorgio Fontana ha usato la 56 come metronomo per prendere il ritmo della Milano multiculti e per non spiaggiarsi né sulla rimasticatura del pamphlet sulla ricchezza dell’immigrazione né, al … Continua a leggere

Colombo rifiuta di prolungare la tregua: dopo le feste per l’anno …

Colombo rifiuta di prolungare la tregua: dopo le feste per l’anno nuovo ricominciano gli scontri Dopo 48 ore di cessate il fuoco, per le feste del nuovo anno singalese e tamil, riprende la guerra. Dopo le 48 di cessate il fuoco, durante i due giorni di festa per il capodanno singalese e tamil, l’esercito di Colombo riprende le operazioni rifiutando … Continua a leggere