Sovraindebitamento, al sud la maglia nera

Come spiega Daniele Nicolai del Centro Studi Sintesi, «per il calcolo del rischio da sovraindebitamento è stato preso in esame un pool di indicatori (14) che esprimono, da un lato, il grado di obbligazioni assunte dalle famiglie italiane e, dall’altro, lo stato di liquidità.
Il rischio da sovraindebitamento si concentra nel mezzogiorno in quanto, in queste aree, a un “certo livello” di obbligazioni assunte corrisponde una bassa liquidità (redditi e depositi) enfatizzata peraltro da criticità nel mercato del lavoro (disoccupazione e scarsa occupazione).
Cambiando punto di riferimento e analizzando invece nel dettaglio l’indicatore di liquidità, si scopre che la Valle d’Aosta beneficia della migliore posizione in classifica grazie ad un primato nazionale sul fronte del reddito delle famiglie, del tasso di occupazione, del basso livello di disoccupazione.
Nello specifico – continua Bastianelli – dalle analisi condotte da Crif sui dati contenuti nel proprio sistema di informazioni creditizie Eurisc, emerge che la fragilità del mercato dei finanziamenti alle famiglie italiane si sta ripercuotendo anche sulla qualità del credito stesso e gli indicatori di rischio continuano a dare segnali di deterioramento».

Fonte: www.ilsole24ore.com

Sovraindebitamento, al sud la maglia neraultima modifica: 2010-09-23T21:08:07+02:00da sandany8
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento