UN POPOLO DI EVASORI

Perché una cosa è certa, come spiega Roberto Ippolito, direttore delle relazioni esterne della Luiss e autore di una lunga inchiesta sull’argomento (Evasori, Bompiani) gli italiani sono un popolo di poeti, di eroi, di santi, di navigatori e di gente allergica alle tasse: «Senza offesa per nessuno: accanto ai salari e agli onesti cittadini, è fuori discussione che siano evasori in larga parte.
Ma l’Associazione artigiani e piccole imprese di Mestre è convinta che le somme sottratte siano molte di più, con un imponibile sommerso di 316 miliardi di euro e quindi un buco, sommando anche i contributi previdenziali, di 150 miliardi di euro.
La politica di lotta all’evasione e all’elusione fiscale è partita con una certa efficacia con il Governo di Centrosinistra di Romano Prodi e del viceministro delle Finanze Visco, come ha riconosciuto Il Sole 24 Ore, il giornale di Confindustria.
Le sanzioni, per coloro che si ostineranno a non dichiarare i redditi sottratti al fisco nonostante la sanatoria prevista dallo scudo fiscale del ministro dell’Economia Giulio Tremonti (si parla di una stima di 100 miliardi di euro che potrebbero rientrare), oscillano dal 200 al 400 per cento del capitale non dichiarato.

Fonte: www.wallstreetitalia.com

UN POPOLO DI EVASORIultima modifica: 2009-09-25T09:25:09+02:00da sandany8
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento